AGRICOLTORI

ECCO GLI AGRICOLTORI CHE PARTECIPERANNO AD ENOTICA:

1.Piccolo Forno Marziali

Indirizzo: via Santa Maria del Monte 559c, Saludecio (RN)
Telefono: 0541857293
Fax:
E-mail: daniele@ilpiccoloforno.com
Sito internet: www.ilpiccoloforno.com
AUTODICHIARAZIONE

Dipingere con gli ingredienti… è ciò che sento, quello che faccio ogni giorno con i miei impasti.

Mi piace definirli come colori, unirli tra loro in nuove ricette d’autore per poi creare ogni volta un quadro nuovo buono da mangiare.

Seleziono le migliori materie prime, non uso semilavorati industriali, aromi o conservanti, le farine sono biologiche macinate a pietra da un caro amico contadino che semina e macina nella Riserva Naturale di Onferno, a 10 km da casa mia. Infatti, per quello che è possibile, cerco le materie prime direttamente nel mio territorio, per riflettere ancor di più nel mio prodotto, una tipicità fatta di persone, paesaggi, profumi e sapori. Il vino, il mio secondo ingrediente, è del buon Sangiovese Superiore in purezza, della favolosa Rebola DOC Colli di Rimini, coltivate in vigne oltre la collina. Quando parlo di frutta nelle mie creazioni, parlo di frutta fresca, e non di aromi o essenze chimiche.

Non sono certificato biologico, perchè non mi interessano queste classificazioni, io autocertifico la mia produzione, chiunque può venire nel mio laboratorio a vedere i miei ingredienti e come faccio a lavorare, e alla fine di ogni foglio scritto o di ogni parola detta, il mio prodotto lo certifica il mio cliente, le persone che ogni giorno scelgono i miei biscotti o le mie ciambelle, le uniche che possono garantire il valore della voce “Qualità”. I bambini sono i migliori certificatori, loro sono liberi e informali, i miei biscotti sono grezzi, non hanno le stelline o gli zuccherini sopra e se ad un bimbo qualcosa non piace, ci mette un’attimo a sputarlo per terra… è bellissimo invece osservare la meraviglia delle mamme quando i cuccioli d’uomo assaggiano e mordono con gusto e piacere i miei biscotti e ne chiedono altri… questa è l’unica autentica certificazione!

Tutta la mia lavorazione è a mano, i biscotti sono tagliati a mano uno per uno, e le ciambelle sono impastate a mano sul banco, con una bella fontana di farina, come si faceva nei tempi passati. Il mio prezzo sorgente è dunque dato quasi totalmente dalla lavorazione che tocco solo io e dalla scelta delle materie prime.  Le mani, le mie ricette d’autore e l’amore dentro sono il grande valore delle mie creazioni. Mio padre mi ha insegnato a fare e ad amare il pane, mio nonno mi ha insegnato a potare le viti, a fare il vino e ad amare la terra, io ho riflesso questo sapere nelle mie creazioni. Diventano così poesie da mordere che parlano di sensazioni, ma anche di sensualità ed erotismo quando sono degustate tra due amanti felici e una buona bottiglia di vino… un morso, un sorso, un bacio, finchè non rimangono solo i baci!

Il Piccolo Forno Marziali, un piccolo laboratorio, un fornaio anarchico, due mani e tanto amore dentro.

 

2.La Bucolika

Nome produttore/azienda e ragione sociale: Az. Agricola “La Bucolika”
Indirizzo: frazione Fazzano, via Carlo del Prete 52, 54013, Fivizzano (MS)
Telefono: 338 7310752
Fax:
E-mail: info@agriturismolafontanina.it
Sito internet: www.agriturismolafontanina.it

Cenni storici e geografici sul territorio: L’azienda ha sede in un piccolo paesino del comune di Fivizzano in Lunigiana; Fazzano che ha dato i natali al famoso argonauta Magg. Carlo Del Prete.

La Lunigiana trae il suo nome dalla colonia romana di Luni, fondata dai Romani nel 177 a.C. alla foce del fiume Magra, così ricca e sfolgorante di marmi da trarre in inganno i Normanni che la scambiarono per Roma.
La Lunigiana si identifica oggi con la vallata del Magra e quella dei suoi affluenti, mentre i suoi confini storici sono molto più ampi. Ma la storia più antica è storia di fiera gente di stirpe ligure, che resistette duramente ai romani e – vinta – fu deportata in massa nel Sannio.
Situata tra la Toscana e la Liguria, di entrambe queste regioni ripropone i caratteri più peculiari del paesaggio, nelle composite culture e nella cordialità della gente. Una piccola regione, ricca di storia, che si presenta come un vero e proprio caleidoscopio di luci, colori ed immagini, scenari verdissimi che si concludono, in alto, nelle seghettate cime apuane e nelle vaste distese prative dell’Appennino.
Comincia a visitarla con il nostro aiuto allora.

A Pontremoli devi andare, su sin nel castello del Piagnaro, per specchiarti nei volti inquietanti degli idoli di pietra delle genti lunigiane: guerrieri armati sino ai denti, donne dai seni prosperosi, scolpiti migliaia d’anni fa, pietre misteriose e affascinanti che forse han protetto villaggi e raccolti, e ancora vigilano sulla valle. Continua il tuo cammino, entra passo dopo passo nell’anima di questa terra, terra di strade, con ospedali che lungo la via Francigena davano ospitalità ai pellegrini, pievi, chiesette che vigilano sui guadi della Magra, abbazie. E, qui, in queste valli, per secoli si svolse la sagra di una delle più antiche e potenti famiglie del passato: i Malaspina, ospiti di Dante e di trovatori, marchesi famosi in tutta Europa e, tra tanti, quell’Alessandro di Mulazzo, ultimo dei grandi navigatori di Spagna. Gli orizzonti di queste valli sono segnati dal succedersi delle torri di cento e più castelli, da borghi murati, da ville sparse nella campagna, dal nobile passato di città come Pontremoli e Fivizzano, dove trovi echi di architetture lombarde e toscane, un incomparabile repertorio di pitture barocche, la memoria di una cultura umanistica lontana. Ti basti un nome: Jacopo da Fivizzano, primo tra gli stampatori italiani.

Per il dominio di questa valle di confine, ambita terra di strade e agevoli passi appenninici, si scontrarono fiorentini, genovesi, milanesi. Qui passarono eserciti e mercanti, papi e imperatori, qui soldataglie incendiarono borghi e accorti signori dispensarono privilegi di dazi e gabelle. Qui, ed è storia recente, si consumò non senza macerie, una delle ultime pagine della più recente guerra.
Di questa storia antica trovi tracce in ogni paese che incontri e in preziosi musei: nel vecchio mulino di Villafranca ti raccontano la storia della civiltà contadina di questa terra, attraverso il linguaggio essenziale degli attrezzi da lavoro, delle pietre scolpite, dei tessuti di canapa. A Casola ti illustrano la vita del borgo, le ricchezze delle chiese, l’avvincente tradizione del canto del maggio, un recitar cantando ove si scopre l’origine del teatro italiano. Ad Aulla l’ambiente trova il suo museo, ma soprattutto, una proposta di escursioni guidate che ti portano dal fondovalle alle vette appenniniche, attraverso l’orto botanico dei Frignoli.

Insomma, una terra serena ed ospitale, in grado di soddisfare gli interessi più particolari ma soprattutto i tuoi sogni. Esiste ancora un mondo a misura d’uomo.
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole: composta da  5 elementi i genitori e i due fratelli partecipano attivamente nei momenti critici pur avendo un altro impiego.

Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): si, avvisando  via telefono o e-mail qualche giorno prima
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): mezza pensione 6 posti

Estensione castagneto (ha): 4,5 ha
Superficie coltivata (ha, esposizione, altitudine): nord
Tipo di conduzione (proprietà/affitto/altro): affitto
Tipo di coltivazione (convenzionale, integrato, biologico, biodinamico, con o senza certificazione, altre particolarità): convenzionale
Eventuali società di certificazione:
Eventuale laboratorio di analisi utilizzato:

Consulenti:
Numero lavoratori fissi (escluso il proprietario):
Numero lavoratori stagionali o manodopera giornaliera (quante persone, paga oraria): 2 gratis
Ricorso ad agenzie di lavoro interinale:

Spaccio prodotti agricoli in azienda:
Luogo e modalità di vendita (azienda, negozi, supermercati, etc.): azienda, negozi, supermercati, etc.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):

Principi e idealità cui si è ispirato il produttore:
Cosa penso degli ogm in agricoltura:

Altre considerazioni:
I PRODOTTI AUTOCERTIFICATI

la farina di castagne

 

3.Minieri Michele

Nome produttore/azienda e ragione sociale: Azienda agricola Minieri Michele
Indirizzo: Via Modena 57, Carife (AV)
Telefono: 331-4121572
Fax: 0827-95626
E-mail:  m.minieri@agora.it
Sito internet: www.hirpus.it

Proprietario:  Minieri Michele
Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): sempre, previo annuncio
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): ospitalità gratuita
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole (descrizione sintetica): plurimo e occasionale

Estensione terreni (ha): 29
Superficie coltivata (ha, altitudine): 700 msl, in media
Tipo di conduzione (proprietà/affitto/altro): mista
Tipo di coltivazione (convenzionale, integrato, biologico, biodinamico, con o senza certificazione, altre particolarità): biologico
Eventuali società di certificazione:  Icea
Eventuale laboratorio di analisi utilizzato: Eco-Food, Vallata (Av)

Consulenti:
Lavoratori fissi (indicare il numero): 2
Lavoratori stagionali (indicare il numero): 2
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: agricolo
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: agricolo
Ricorso a lavoro interinale (si o no, frequenza): collaborazione wwoofer

Numero totale di bottiglie/litri prodotte/i (mediamente): 40 quintali di cui la metà utilizzato per produrre sott’olii.

Vendita diretta in azienda (specificare si o no): si
Vendita nella media e/o grande distribuzione (specificare si o no e se si  in quali catene): no
Totale vendite ultimo anno (solo olio, fatturato e vendita diretta): 15mila euro

Una breve storia dell’azienda: nasce nel 1996 da una intuizione riguardo la possibile rivoluzione dei criteri di produzione di olio extra vergine in un posto storicamente vocato, anche se impervio. A un certo punto è diventata una propensione esistenziale.
Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche): Irpinia, Hirpus (lupo), terra ondulante e agricola da sempre.
Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali): Ripristino territori destinati alla selva e quasi non lavorati meccanicamente. Alta collina.

I miei principi e idealità di produttore: cibo democratico, semi liberi, critica del gusto.

La mia opinione sull’utilizzo di OGM:  non ho competenze che mi permettano una valutazione convinta.
I PRODOTTI AUTOCERTIFICATI

l’olio

 

4.Rotolo Gregorio   scheda su laterratrema.org

Nome produttore/azienda e ragione sociale:Azienda Agricola Rotolo Gregorio
Indirizzo: Via dei pescatori 6, 67038, Scanno (AQ)
Telefono: 3482886912
Fax: 0864747923
E-mail: info@vallescannese.com
Sito internet: www.vallescannese.com

 

Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche):
Descrizione del personale in azienda e coinvolgimento nelle attività agricole (informazioni sintetiche): attività a conduzione famigliare , con l’aiuto di personale straniero.

Possibilità di visitare l’azienda (si o no; se sì indicare in quali giorni): si tutto l’anno
Eventuali strutture ricettive (tipologia e n° posti): Bio –agriturismo n° posti 40

Estensione terreni (ha, proprietà/affito):
Superficie coltivata (ha, altitudine):
Tipo di conduzione (proprietà/affitto/altro): Proprietà ; affitto;
Tipo di coltivazione (convenzionale, integrato, biologico, biodinamico, con o senza certificazione, altre particolarità):
Eventuali società di certificazione:
Eventuale laboratorio di analisi utilizzato:

Consulenti:
Numero lavoratori fissi (escluso il proprietario): 10 dipendenti
Numero lavoratori stagionali o manodopera giornaliera (quante persone, paga oraria):
Ricorso ad agenzie di lavoro interinale: no

Spaccio prodotti agricoli in azienda: Punto vendita aziendale in azienda ed in paese.
Luogo e modalità di vendita (azienda, negozi, supermercati, etc.):

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):

Principi e idealità cui si è ispirato il produttore:

Cosa penso degli ogm in agricoltura:

Altre considerazioni:

I PRODOTTI AUTOCERTIFICATI

i formaggi

Tweet