Festival del vino e della sensualità | dal 13 al 15 marzo 2015 presso il csoa Forte Prenestino | Roma
13 - 14 - 15 MARZO 2015

MAURIZIA GENTILI

MAURIZIA GENTILI

 

 

Nata a Piacenza,ha frequentato l’Istituto d’arte F.Gazzola, approfondendo poi le tecniche dell’incisione e della costruzione e decorazione con l’argilla sotto la guida di vari esperti del settore.
La sua attività artistica la porta ad occuparsi prevalentemente dell’arte raffinata e complessa dell’incisione,dove ha raggiunto elevati livelli tecnici ed artistici,curandone personalmente tutti i passaggi,dal disegno all’incisione e alla stampa, padroneggiando alla perfezione l’acquatinta e l’acquaforte, sperimentando tecniche e materiali diversi, che le offrono una progressiva scoperta di possibilità espressive, sfidandola a nuove battaglie ogni volta che “scolpisce” la lastra con segni morbidi o aggressivi, ad ogni prova di stampa, ad ogni foglio che esce dal torchio.
Soggetto prevalente delle sue composizioni una natura indagata con lo spirito di chi desidera approfondire il senso delle cose senza fermarsi alle apparenze,cercando di portare alla superfice le forme e di fissarle nel tempo, nonostante la loro precarietà, e di trasformare il reale scoprendone il senso più profondo.
Nelle opere più recenti l’artista unisce lastre e inchiostri ad acquarello, pastello, acrilico: si cimenta con la terracotta,forgiando vasi che richiamano la figura femminile e pannelli costituiti da elementi i più vari, creando un tutt’uno, quasi un mosaico. Sperimenta con i “Vinarelli”, disegni su carta realizzati con una tecnica personalissima, utilizzando come colore di base i pigmenti del vino,arricchiti con colori pastello e foglia oro.
Le variazioni cromatiche vengono ottenute mediante giochi di strati e velature, di fluidità o densità, e naturalmente dal tipo di vino: dal rosso al rosato, dal bianco al passito, dal levato da botte e da barrique fino ai mosti e fecce.
Ha provato oramai più di 200 vini, ed le sue preferenze vanno a quelli che riescono a darle tonalità rosso brillante e violaceo; per esempio Gutturnio, Lambrusco, Amarone, Aglianico, Ruchè, ecc.

Nel suo curriculum espositivo troviamo Italia, Austria, Stati Uniti, Giappone, Gran Bretagna, Irlanda e Olanda, sia con personali che collettive, dove ha ottenuto lusinghieri successi di pubblico e critica. Sue opere si trovano anche in Cina, Brasile, Russia e Bangladesh.
Ha partecipato inoltre a diverse riprese televisive fra le quali “Sereno Variabile” di Rai 2, durante la sua Personale All’Enoteca Regionale Emilia Romagna a Dozza, e a Linea Verde di Rai 1, una prima volta al Castello di Vigoleno e una seconda volta al Castello di Bobbio, entrambi nel Piacentino.